CITTA’ ARTISTICHE
SIRACUSA: è situata sulla costa sud-orientale siciliana ed è una città ricca di itinerari archeologici e naturalistici. Siracusa sorge in parte in terraferma in parte nella suggestiva isola di Ortigia. Durante la sua storia la città fu dominata dai greci, romani, bizantini, arabi, svevi e normanni. Il Teatro greco è il simbolo indiscusso dell’antica polis. Dal punto di vista artistico, la città offre molti monumenti e palazzi di notevole importanza: il Duomo, che sorge nell’isola di Ortigia, fu eretto nel VI secolo sul tempio di Athena. La Fonte Aretusa è posta nel cuore di Ortigia. Tra i palazzi più affascinanti di Siracusa ricordiamo: Vermexio e il Palazzo Arcivescovile.
NOTO: “Giardino di Pietra” cittadina dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, luogo ancora fermo nel tempo e incantevole. E’ la capitale del barocco siciliano grazie alle sue perle di pietra che addobbano l’intera città. Da molti viene definito come uno dei centri storici più belli di tutta Europa. La Cattedrale domina lo scenario del barocco netino ed è il simbolo del Val di Noto. Dopo il terremoto del 1990, la Cattedrale da pochi anni ha ripreso il proprio splendore. Le vie della città sono intervallate da scenografiche piazze ed imponenti scalinate che raccordano terrazze e dislivelli.
PALAZZOLO ACREIDE: Akrai fu fondata dai coloni siracusani che consideravano la città come un notevole caposaldo strategico. Il teatro greco testimonia il benessere della città durante la sua storia. Come Siracusa, numerose furono le dominazioni che si avvicendarono nel corso dei secoli: romana, bizantina, araba, normanna. Palazzolo è stata riconosciuta dell‘UNESCO come patrimonio dell’umanità. Una zona archeologica tra le più antiche nel panorama italiano, in cui si possono osservare le necropoli sicule risalenti al XII sec. a. C., le rovine della polis greca e le successive ricostruzioni ad opera di romani e bizantini.
SITI ARCHEOLOGICI
MEGARA: Megara Hyblaea fu una colonia fondata nel 728 a.C. da coloni megaresi provenienti dalla Grecia. Il sito sorge a pochi chilometri da Augusta e rappresenta un uno straordiario esempio di impianto urbanistico colonico arcaico. Megara Iblea aveva una necropoli ricca di un migliaio di tombe. Tra gli edifici ritrovati si distinguono il santuario arcaico con cortiletto a semicerchio, l’heroon dedicato forse all’ecista Lamia (fondatore della città), il pritaneo, le terme ellenistiche e i resti del tempietto dorico. Numerosi resti come la statua arcaica della Dea Madre sono conservati nel Museo Paolo Orsi di Siracusa.
PANTALICA: prezioso sito archeologico incastonato nei monti Iblei. Esso fu uno dei primi centri abitati della Sicilia Orientale, dal 1250 al 700 a.C. Sorge nei pressi di Sortino su un altopiano caratterizzato da canyon generati dai fiume Anapo e Calcinara. Pantalica si inserisce in uno scenario di circa ottanta ettari delimitato da due grandi cave, attraversate dai due fiumi. Pantalica presenta in tutto il suo territorio una necropoli composta da migliaia di tombe.
Dal 2005 il sito è stato annesso al centro storico di SIracusa ed è stato riconosciuto patrimonio dell’UNESCO.
RAPPRESENTAZIONI CLASSICHE
TEATRO GRECO: struttura che domina lo scenario archeologico siracusano. Esso rappresenta il maggiore esempio dell’architettura teatrale dell’occidente greco. Quasi tutta la parte costruita del teatro è stata demolita sotto il regno di Carlo V per riutilizzarne le pietre nell’erezione dei grandiosi baluardi che dovevano trasformare l’Ortigia in una poderosa fortezza. Il teatro è stato ricavato dai Greci nella balza rocciosa in cui l’altipiano dell’Epipoli si affaccia verso la piana costiera. Ancora oggi vengono messe in scena rappresentazioni teatrali dalle caratteristiche classiche originarie dal lirismo corale.
MUSEI
MUSEO PAOLO ORSI: definito come uno dei principali musei archeologici d’Europa. Sito nel viale Teocrito 66 a Siracusa, il Museo presenta reperti preistorici e ritrovamenti greci e romani avvenuti nel siracusano e in tutta la Sicilia.
MUSEO PALAZZO BELLOMO: è sito ad Ortigia in via Capodieci 16. L’esposizione illustra la storia culturale e artistica della città e del suo territorio, raccoglie oggetti e materiali provenienti da chiese e conventi e da donazioni private. L’Annunciazione’ di Antonello da Messina e il ‘Seppellimento di Santa Lucia’ di Caravaggio sono conservati all’interno della Pinacoteca.
RISERVE NATURALI
VENDICARI: è un’oasi naturalistica istituita nel 1984. Si trova precisamente tra Noto e Marzamemi. Nella riserva è possibile visitare la tipica macchia mediterranea che fa di quel posto un tesoro faunistico-naturalistico tra i più importanti d’Italia. Vendicari ogni anno fa da luogo di sosta di tantissime specie di uccelli durante i propri spostamenti migratori. La Tonnara, antico stabilimento per la lavorazione del pesce fino alla Seconda Guerra Mondiale, e la Torre Sveva sono i simboli dell’oasi. Vendicari ospita anche una necropoli risalente all’era bizantina costituita da tombe, chiesette e un piccolo centro urbano.
CAVAGRANDE: è uno spettacolo naturalistico unico in tutta la Sicilia. Cavagrande è un canyon di circa 10 km che lungo il suo tragitto viene attraversato da percorsi d’acqua incantevoli e incontaminati. La riserva naturale di Cavagrande sorge nel cuore dei Monti Iblei fino ad arrivare nella costa del litorale di Avola. La presenza di sentieri permette di raggiungere il fondovalle, dove è possibile incontrare il fiume e i laghetti. Su entrambi i versanti della cava nasce una necropoli con più di 200 centro tombe risalenti al X secolo a.C. E’ possibile fare delle escursioni all’interno della riserva per vivere una giornata in mezzo alla natura tipica siicliana.
BORGHI MARINARI
PORTOPALO: comune di circa 3.500 abitanti nella Provincia di Siracusa ed è la città più a sud della Sicilia. Storicamente è stato il paese dove sbarcarono nel 1943 le truppe alleate. E’un borgo marinaro che vive per la pesca. Dal punto di vista turistico, Portopalo offre degli itinerari molto interessanti. La chiesa ottocentesca di San Gaetano, il Castello Tafuri e l’antica tonnara sono le attrazioni più visitate del posto. Dal punto di vista naturalistico, oltre alle splendide spiagge, fanno parte del suo territorio l’Isola delle Correnti, dove si incrociano il Mar ionio e il Mediterraneo, e l’Isola di Capo Passero dove erge la fortezza di Carlo V.
MARZAMEMI: è una frazione marinara del Comune di Pachino. Il borgo nasce attorno al porto da pesca, luogo centrale della cittadina. Marzamemi è un suggestivo borgo che ci porta indietro negli anni, grazie alla sua struttura definita soprattutto da piccole case di pescatori. La sua Tonnara venne costruita dagli arabi durante la loro dominazione in Sicilia. Nelle vicinanze del pantano Morghella, si suppone che si sia sviluppata l’antica città di Ichana risalente alla fine del VI secolo a.C. Nel 1752 furono costruiti il palazzo del Principe di Villadorata, proprietario di tutto il centro storico di Marzamemi, e la chiesa della Tonnara.
SPIAGGE E LIDI
FONTANE BIANCHE: distante meno di 15 km da Siracusa, la spiaggia di Fontane Bianche si presenta con spiagge bianche lambite da un mare cristallino.
LIDO DI AVOLA: il lungomare di Avola attraversa tutta la città. Il mare limpido e azzurro bagna le spiagge di sabbia color oro.
LIDO DI NOTO: Noto non è solo la città del Barocco, ma a pochi chilometri dal centro storico ci offre un litorale con spiagge dorate e mare limpido.
CALAMOSCHE: situata tra Noto e Pachino, la spiaggia Calamosche fa parte della riserva di Vendicari, Un posto stupendo con un mare incantevole.
EVENTI
FESTA SANTA VENERA: si festeggia ad Avola l’utlima domenica di Luglio.
FESTA S.SEBASTIANO: ad Avola la seconda domenica di Maggio.
FESTA S.CORRADO: il 19 Febbraio a Noto si festeggia il Patrono della città.
INFIORATA: manifestazione floreale a Noto nella terza domenica di Maggio.
FESTA SAN LUIGI: a Rosolini la prima domenica di Agosto.
FESTA DEL SACRO CUORE: penultima domenica di Settembre a Rosolini.
MEDFEST: evento medievale a Buccheri, in provincia di Siracusa.
FESTIVAL CINEMA FRONTIERA: a Marzamemi tra Luglio e Agosto.
NOTTE BIANCA: ad Avola nei primi giorni di Agosto.